Li-Fi la nuova tecnologia 100 volte più veloce di Wi-Fi


Con Li-Fi la luce può trasformare il settore delle telecomunicazioni come lo conosciamo oggi.

 

Li-Fi:  Light Fidelity Li-Fi

Li-Fi è una tecnologia che utilizza la fonte di luce LED come distributore di contenuti digitali. Accendendo e spegnendo diverse migliaia di volte al secondo una luce LED si può trasmettere informazioni in linguaggio binario 01110… Le frequenze non sono visibili all’occhio umano, troppo veloci per avere effetti fisiologici ma in grado di trasferire tutti i tipi dati come video, audio, immagini, testi  ecc.

Con Li-Fi, una luce LED può trasmettere a distanza un contenuto multimediale geolocalizzato nonché le coordinate GPS, particolarmente utile in luoghi dove le onde elettromagnetiche non riescono a passare  (tunnel, parcheggi sotterranei, …)

Le onde elettromagnetiche sono sostituite da fasci di luce che non hanno impatto sulla salute, con velocità fino a 1Gbit /s, 10 volte più veloce del WiFi. La Li-Fi ha moltissime applicazioni e può svolgere un ruolo importante nella consapevole necessità di integrare la Smart Grid e ridurre o ottimizzare il consumo di energia.

La tecnologia è già stata testata in Francia e in molti altri paesi. L’azienda Oledcomm francese sta installando più di 250.000 lampadine Li-Fi compatibili per fornire l’accesso a Internet senza fili nel sistema della metropolitana di Parigi. A Dubai, Internet provider Zero 1 ha testato Li-Fi e prevede di installare la tecnologia entro la fine dell’anno in tutta Silicon Oasis, hub tecnologico della città.

La ricerca ha dimostrato che Li-Fi e’ in grado di trasmettere dati a 10 gigabyte al secondo (100 volte piu’ veloce del WiFi), che consentirebbe ad un utente di scaricare 18 film in 1 secondo.

mercato-lifiLi-Fi dovrebbe diventare un mercato da 7.5 miliardi di USD entro il 2023, secondo Global Market Insights. Il suo potenziale è grande, ma la maggior parte di noi hanno a malapena sentito parlare della tecnologia o come funzioni.

Come Li-Fi funziona

Li-Fi è stata pubblicamente introdotta nel 2011 da Harald Haas membro di IEEE, presidente del dipartimento comunicazioni mobili Università di Edimburgo. La stessa tecnologia è uscita sul mercato lo scorso anno.

I sistemi di comunicazione attualmente si basano sulla radiazione elettromagnetica delle onde radio. La radiazione elettromagnetica abbraccia una vasta gamma di lunghezze d’onda e frequenze, nota come spettro elettromagnetico. Lo spettro EM è generalmente diviso in sette bande in ordine decrescente di lunghezza d’onda ed energia crescente e frequenza. Sulla fascia bassa sono le onde radio; nel mezzo è la luce visibile. Anche se tutte le radiazioni elettromagnetiche sono considerate luce, possiamo vederne solo una piccola parte, quella chiamata luce visibile.

Li-Fi utilizza la luce visibile, con lo spettro 10.000 volte più grande dello spettro radio. Li-Fi può trasmettere informazioni attraverso la luce di varia intensità. I chips contenuti all’interno del LED elaborano i dati trasferiti e possono inviare e ricevere flussi di dati allo stesso tempo. E’ necessaria una fonte di luce (LED) insieme ad una connessione Internet, ad un fotorivelatore che riceva i segnali luminosi ed un componente di elaborazione del segnale per convertire i dati in contenuti. La luce stessa è essenzialmente un mezzo per la trasmissione dati.

Uno dei vantaggi del Li-Fi oltre alla sua velocità è il suo costo di installazione relativamente basso. Finché un sistema di illuminazione è disponibile (quasi ovunque) non vi è alcuna necessità di nuovi cablaggi ed apparecchiature per effettuare una connessione.  Inoltre Li-Fi è più sicuro del Wi-Fi, in quanto le onde luminose visibili non viaggiano in aree non coperte dalla luce. In altre parole, sarebbe difficile per qualcuno intercettare un flusso di dati Li-Fi da una zona limitrofa non coperta dal fascio luminoso. Questo significa anche avere meno interferenze fra dispositivi e meno campi magnetici generati.

Li-Fi apre la porta ad applicazioni dove le onde magnetiche non arrivano o sono indesiderate per le interferenze che generano come negli ospedali e negli aerei. Inoltre hanno costi energetici molto bassi.

Anche se Li-Fi non sarà del tutto sostituibile al Wi-Fi nei prossimi anni, potra’ integrarlo per realizzare reti più efficienti e sicure e con minor inquinamento elettromagnetico.

Fonte:  QUSI ALQARQAZ   – IEEE Senior Member – 31 agosto 2016

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *